Cronaca Europa

Francia, scomparsa di Maelys. Arrestato un uomo: tracce di Dna nella sua auto

Francia, scomparsa di Maelys. Arrestato un uomo: tracce di Dna nella sua auto

Francia, scomparsa di Maelys. Arrestato un uomo: tracce di Dna nella sua auto (Foto Ansa)

GRENOBLE  –  Svolta nell’inchiesta sulla scomparsa di Maelys de Arujo, la bambina di nove anni sparita durante un matrimonio a Pont-de-Beauvoisin, non lontano da Chambery. Uno dei due uomini fermati e poi rilasciati, amici dello sposo, è stato arrestato e formalmente incriminato. L’uomo, 34 anni, è indagato per “sequestro e detenzione di minore” dopo “risultati della polizia tecnica e scientifica”. Si tratterebbe di tracce di Dna di Maelys trovate su alcuni reperti appartenenti all’uomo. In particolare, l’interesse degli agenti si è concentrato sull‘auto dell’arrestato, nella quale potrebbe essere stata presente la bambina. E lui ha ammesso che la piccola potrebbe essere entrata nella sua auto, ma ha negato di averla rapita o di averle fatto del male. Il sospetto, amico del padre di Maelys, ha ammesso che la bambina potrebbe essere entrata nell’abitacolo per gioco o per verificare se avesse portato i suoi cani.

Il sospetto è uno dei due uomini già fermati giovedì scorso e che si trovavano nei paraggi della festa di matrimonio durante la quale si sono perse le tracce della bambina a Pont-de-Beauvoisin. I due erano stati rilasciati il giorno dopo. L’uomo ha sempre negato ogni addebito.

Intanto proseguono nell’Isère le ricerche di Maelys. Domenica 3 settembre sono scesi in campo anche i sommozzatori per esplorare i tanti fiumi attorno a Pont-de-Beauvoisin. “Ci vorrà del tempo per questo tipo di ricerche, ci sono molti fiumi in zona”, ha spiegato ai media francesi la gendarmeria Jean Pertué annunciando che la spedizione di sabato di mille volontari del paese non ha dato alcun risultato. “Non sono stati scoperti indizi o tracce sostanziali”, ha spiegato.

To Top