Blitz quotidiano
powered by aruba

Arcivescovo Canterbury: “Sono figlio segretario Churchill”

LONDRA – Justin Welby, Arcivescovo di Canterbury (la massima autorità spirituale della chiesa anglicana e della comunione anglicana) ha scoperto di essere il figlio dell’ultimo segretario personale di Winston Churchill. A provarlo è un test del dna che il quotidiano britannico The Telegraph ha potuto rivelare.

Il primate anglicano ha sempre creduto di essere figlio di Gavin Welby, un venditore di whisky a sua volta figlio di un immigrato ebreo, che era stato brevemente sposato a sua madre Jane, riferisce il giornale britannico. Ma, dopo averne parlato proprio con il Telegraph che avanzava una tesi diversa, il primate anglicano ha deciso di sottoporsi al test del dna, scoprendo così di essere il figlio biologico di Sir Anthony Montague Browne che servì Churchill a Downing Street e dopo il suo ritiro. L’arcivescovo, 60 anni, ha dichiarato di “non avere alcuna crisi esistenziale, né risentimento contro nessuno. La mia identità si fonda su chi sono in Cristo”. Allo stesso tempo ha detto che la notizia del suo vero padre è stata una “totale sorpresa”, ma l’ha descritta come “una storia di redenzione e speranza”.

Il test è stato eseguito con un campione del dna dell’arcivescovo comparato con campioni di capelli di Browne, e ha dato un risultato del 99,97% di possibilità che siano padre e figlio. La madre del presule, che nel frattempo si è risposata, ha confermato al figlio di aver avuto una relazione con Sir Browne poco prima del matrimonio con Gavin Welby, e che nessuno aveva mai sospettato della paternità di Justin. In una dichiarazione rilasciata nella notte ha detto che la notizia è arrivata “come un quasi incredibile choc”.


PER SAPERNE DI PIU'