Cronaca Europa

Germania, anziani in fuga dalla crisi verso gli ospizi dell’Est Europa

Germania, anziani in fuga dalla crisi verso gli ospizi dell'Est Europa

Germania, anziani in fuga dalla crisi verso gli ospizi dell’Est Europa

BERLINO – I nonni tedeschi non ce la fanno a reggere il peso della crisi: l’austerità e le pensioni sempre più basse rendono impossibile una vita dignitosa per un anziano in Germania. Così sempre più over 70 cercano il buen retiro nell’Est Europa o in Thailandia. Altro che giovani cervelli in fuga, ora a trasferirsi sono gli anziani e decisamente in controtendenza. Se il giovane muove verso il florido occidente, il vecchietto tedesco muove verso l’est a buon mercato dove la sua pensione può ancora garantirgli una vita dignitosa e la possibilità di poter usufruire di cure mediche e strutture di assistenza a basso costo.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, le proiezioni per la Germania, riferite al 2030 hanno calcolato che una persona, lavorando per 35 anni con uno stipendio lordo di 2.500 euro, percepirebbe una pensione di 688 euro. Una valore che comunque non si discosta di molto da quelli attuali.

Sono già 10 mila i pensionati tedeschi residenti in case di riposo ungheresi, ceche e slovacche. Una scelta obbligata, alla luce del fatto che le strutture in Germania hanno delle rette mensili troppo onerose: tra i 2.500 e i 3.400, dei quali al massimo la metà potrebbe essere coperta dal welfare.

Ma c’è pure chi non si accontenta della soluzione economica più vicina a casa ma opta per un ritiro dall’altra parte del mondo. Ultima meta dei pensionati è ora la Thailandia, dove il potere di acquisto è inferiore del 70%.

To Top