Blitz quotidiano
powered by aruba

Germania, blitz anti terrorismo tra Amburgo e la Sassonia: raid in 4 città

BERLINO – Un raid anti terrorismo è iniziato la mattina del 25 ottobre in quattro città in Germania. L’allerta per la possibile presenza di terroristi è alta e le autorità tedesche hanno perquisito durante l’operazione 12 appartamenti e un ostello per profughi in Turingia e nelle città-regione di Amburgo, Nordreno-Vestfalia, Sassonia e Baviera.

Secondo quanto riferito dalla Bild, poliziotti e forze speciali con almeno 15 veicoli e cani dell’unità cinofila hanno raggiunto le case sospette nelle città di Smalcalda, Hildburghausen, Jena e Suhl alla ricerca di una cellula terroristica islamica cecena.

Il blitz avvenuto in 5 regioni ha portato all’arresto di almeno un sospettato di terrorismo, secondo quanto riportato daun comunicato della polizia regionale (Lka) della Turingia in cui si sottolinea che il gruppo di russi con nazionalità cecena non erano ancora giunti a un livello “concreto” di pericolosità.

Le indagini, iniziate nella “seconda metà” dell’anno scorso si erano concentrate su un “28enne cittadino russo di etnia cecena” per “sospetta preparazione” di un attentato, rende noto il comunicato dell’Lka aggiungendo che il giovane voleva unirsi “alla lotta armata in Siria con l’Isis”. Nel corso delle indagini si è concretizzato il “sospetto di finanziamento del terrorismo” nei confronti suoi e di altri “dieci uomini e tre donne”, anche loro richiedenti asilo russi di etnia cecena, tutti tra i 21 e 31 anni, ospitati in Turingia, Amburgo e Dortmund in attesa di definirne lo status. “Dalle indagini non è emerso finora alcun concreto pericolo di attentato”, si afferma inoltre nel comunicato che preannuncia in giornata un’altra nota sul risultato delle perquisizioni.