Blitz quotidiano
powered by aruba

Germania, caccia ad opere d’ arte e libri rubati da nazisti

BERLINO – La Klassik Stiftung di Weimar ha avviato un programma di ricerca in grande stile dei libri antichi e delle opere d’arte rubate dai nazisti in Germania, prevalentemente agli ebrei ma anche ad oppositori del regime di Hitler. Al momento, secondo la rete televisiva MDR, sarebbero state trovate già 600 rare edizioni di libri, e sono stati recuperati diversi capolavori d’arte.

Il “bottino” dei nazisti sarebbe di migliaia di pezzi, che vengono man mano recuperati con sanzioni per chi li detiene senza poterne giustificare l’acquisto. Particolarmente ricercate sono alcune prime edizioni di antichissimi volumi sottratti dai nazisti ad Arthur Goldschmidt (1883-1951), un famoso collezionista del tempo.