Blitz quotidiano
powered by aruba

Germania. Csu bavarese vuole tedesco successore di Draghi

GERMANIA, BERLINO- La Csu bavarese, che governa insieme ad Angela Merkel in Germania, rivendica un successore tedesco a Mario Draghi per la Bce. Lo scrive la Bild, che chiede fra l’altro un cambio di rotta nella politica dell’Eurotower.

Con la presidenza Draghi si sarebbe prodotta una “massiccia perdita di fiducia nella credibilità della Bce – dice il vice capogruppo parlamentare della Csu Hans-Peter Friedrich. Il prossimo capo della Bce deve essere un tedesco, che si senta vincolato dalla tradizione della stabilità monetaria della Bundesbank”.

“Un altro Draghi non ce lo possiamo permettere”, aggiunge il parlamentare Hans Peter Uhl, stesso partito, contestando i tassi a zero. Per la Bild, Draghi ha fallito i suoi obiettivi e il tabloid cita come esempio, fra l’altro, l’Italia che aumenterà il deficit.

ANSA) – BERLINO, 18 APR – “Il dibattito sul successore di Mario Draghi alla presidenza della Bce è aperto. Le rivendicazioni su un successore tedesco sono comprensibili – scrive poi in un commento la Bild. Tuttavia decisivo non è da dove venga il prossimo presidente della Bce. Decisivo è cosa abbia in mente di fare con l’euro. Draghi ha finora mancato i suoi obiettivi: l’inflazione è lontana dal suo valore di riferimento. Molti governi non usano i soldi convenienti per mettere in pratica le riforme e sanare i bilanci”.

”Al contrario, appena una settimana fa l’Italia ha annunciato ad esempio deficit più alti per il 2017 e il 2018″. I danni sono a carico dei contribuenti e dei pensionati”, si legge ancora. “Questo sviluppo deve chiaramente essere interrotto dal prossimo capo della Bce, qualsiasi passaporto abbia”, conclude il giornale di Axel Springer.