Blitz quotidiano
powered by aruba

Germania. Rifugiato eritreo violenta donna di 79 anni: arrestato

BERLINO – Un rifugiato eritreo di 40 anni è stato arrrestato poiché sospettato di aver violentato in Germania una donna di 79 anni, che era in visita alla tomba della sorella. L’aggressione è avvenuta a Ibbenbueren, Westphalia. Il sospetto, che viveva in Germania dal 2013, è stato preso in custodia dalla polizia ed è ora in attesa del processo.

Un testimone ha chiamato la polizia dopo aver sentito l’anziana donna piangere e chiedere aiuto alle sei di mattina. Se giudicato colpevole, il sospetto violentatore, che viveva in un ostello per richiedenti asilo politico nella vicina Horstel, potrebbe scontare fino a 15 anni di galera, scrive il Daily Mail.

All’inizio di questo mese il parlamento tedesco ha approvato la legislatura che prevede il rimpatrio immediato di chi commette crimini di natura .

Tutti e 601 i politici hanno votato a favore delle nuove misure: trovandosi d’accordo all’unanimità, c’è stata una standing ovation non appena è passata la legge, soprannominata dai media “No means no”, ovvero “No vuol dire no”, in difesa di quelle donne che non combattono durante un aggressione, seppur vittime di violenza.


PER SAPERNE DI PIU'