Cronaca Europa

Idraulico voyeur: installa telecamere in bagno e spia donna incinta sotto la doccia

Idraulico voyeur: installa telecamere in bagno e spia donna incinta sotto la doccia

Idraulico voyeur: installa telecamere in bagno e spia donna incinta sotto la doccia

LONDRA – Kryztof Karwat, idrauilico inglese, è finito nei guai per aver installato telecamere nascoste in un appartamento e spiato una donna incinta mentre faceva la doccia. L’uomo, 36 anni, non era nuovo a questo tipo di vizietto: era stato chiamato per alcuni lavori nell’abitazione di una famiglia ma, oltre a svolgere il proprio lavoro, ha pensato bene di posizionare le telecamere in bagno. La famiglia, una volta accortasi della presenza del dispositivo, ha immediatamente allertato la polizia che, dopo una rapida perquisizione in casa dell’idraulico, ha scoperto un secondo video, girato in un’altra abitazione, in cui una donna incinta veniva filmata n**a nella doccia.

Karwat, padre di due figli, ha ammesso le accuse di voyeurismo, si è dichiarato colpevole e ha consegnato volontariamente altre 23 immagini scaricate da internet, che ritraevano dei bambini in atteggiamenti ambigui. Il giudice Julian Lambert lo ha condannato ad otto mesi di prigione, facendo però notare all’uomo il bisogno di un’assistenza psicologica adeguata: “Lei ha un problema serio, che deve risolvere con l’aiuto di professionisti”, riporta il Daily Mail.

La scoperta è arrivata grazie ad un foro nel soffitto, che Karwat aveva effettuato per posizionare la telecamera: la famiglia, infatti, ha trovato dei fili che erano collegati ad una presa elettrica installata proprio dall’idraulico. Nonostante gli agenti non siano riusciti a risalire alle immagini che aveva scaricato, sul cellulare di Karwat c’erano diverse app per controllare da remoto le telecamere, oltre ad aver cercato materiale voyeuristico online.

L’uomo è finito nel registro dei “sex offenders”, per dieci anni, e gli stato vietato di lavorare in luoghi che abbiano un bagno o una doccia, a meno che prima non avverta le autorità.

To Top