Blitz quotidiano
powered by aruba

Isis. Telegraph, ucciso in Siria altro foreing fighter Gb

GB, LONDRA – Un altro foreign fighter britannico arruolato nelle file dell’Isis in Siria sarebbe stato ucciso nei giorni scorsi in circostanze imprecisate. Lo riferisce il Daily Telegraph citando notizie fatte rimbalzare sul web da un amico canadese, mentre il Foreign Office per ora resta cauto.

Il morto si chiamava Raphael Hostey, aveva 23 anni, ed era originario di Manchester con un passato da rapper. In Siria aveva adottato il nome di battaglia di Abu Qaqa al-Britani, me era noto anche come ‘al-Britani Afro’ per l’acconciatura dei capelli.

Era identificato come una sorta di veterano nella lista dei circa 700 giovani britannici, musulmani di origine o per conversione, avvicinatisi in questi anni al radicalismo islamico e poi unitisi ai jihadisti in Iraq e soprattutto Siria, per la lotta al regime di Bashar al-Assad.

Risulta che Hostey avesse raggiunto la Siria fin dal 2013 con due coetanei, fra cui Khalil Raoufi, a sua volta ucciso – sembra – nel 2014. E che avesse fatto da li’ proselitismo per attirare altri giovani dal Regno Unito.