Blitz quotidiano
powered by aruba

Incendio in cattedrale San Gallo, turisti spengono con acqua santa

SAN GALLO – L’uso dell’acqua santa non sarà stato proprio ortodosso, d’accordo. Ma di certo il Signore avrà perdonato e approvato. Una coppia di turisti ha infatti utilizzato l’acqua santa per spegnere un incendio che si era sviluppato nella storica cattedrale di San Gallo, in Svizzera.

L’ incendio era scoppiato in un confessionale barocco nella cattedrale. Ma i due visitatori, appena visti fumo e fiamme non hanno avuto dubbi né esitazioni: si sono diretti verso l’acquasantiera e hanno versato il liquido nel confessionale impedendo all’incendio di allargarsi e diventare catastrofico per la cattedrale.

A raccontare il tutto, elogiando i turisti per il coraggio e la prontezza di spirito, è la polizia di San Gallo con un comunicato. Secondo gli agenti si è trattato di un incendio doloso che avrebbe causato danni per decine di migliaia di franchi se non fosse stato immediatamente spento. La polizia, elogiati i turisti, ora cerca testimoni che sappiano aiutare a identificare gli autori del tentato rogo doloso.

La Cattedrale e dell’Abbazia di San Gallo sono un patrimonio mondiale dell’Unesco. L’abbazia è nota soprattutto per la sua biblioteca: un autentico tesoro di preziosissimi e inestimabili manoscritti medievali.

Immagine 1 di 2
  • Incendio in cattedrale San Gallo, turisti spengono con acqua santa 2Incendio in cattedrale San Gallo, turisti spengono con acqua santa
  • Incendio in cattedrale San Gallo, turisti spengono con acqua santa
Immagine 1 di 2