Blitz quotidiano
powered by aruba

Salmone fresco, strage negli allevamenti. Prezzi salgono e…

LONDRA – L’Inghilterra sta affrontando una carenza di salmone fresco e i prezzi sono talmente inaccessibili da far pensare che potrebbe presto essere tolto dai menu dei ristoranti. Le forniture di salmone provenienti dalla Scozia sono state colpite da un’epidemia di pidocchi di mare e, allo stesso tempo, quelle dalla Norvegia diminuite drasticamente a causa dell’eccessiva pesca ormai praticata in mare. Oltre a questi fattori, un clima insolitamente freddo ha rallentato il tasso di crescita dei salmoni.

L’azienda alimentare Beacon, che si occupa di fornire pesce a più di 2.000 ristoranti in tutta l’Inghilterra, ha detto che da febbraio i prezzi del salmone sono saliti del 16%. Più lontano, in Cile, le forniture mondiali sono crollate a causa di un’alga tossica che sta colpendo numerosi allevamenti ittici. Il risultato di tutto è stata una perdita annua di circa 123.000 tonnellate di salmone.

All’inizio del mese, gli allevamenti di salmone in Scozia sono stati aspramente criticati dagli ambientalisti, che li accusano di non aver preso misure efficaci per prevenire e controllare i pidocchi di mare. Questi parassiti non solo danneggiano i pesci d’allevamento, ma anche quelli selvatici, che usano le stesse acque.

Si dovrà quindi cominciare a pensare a un’alternativa, come la trota di mare, anche conosciuta come trota oceanica o trota salmone, ricca di omega 3 e meno costosa. Ma Scott Landsburgh, amministratore delegato dell’organizzazione dei produttori di salmone scozzese, ha detto di “non riconoscere alcuna verità in molte di queste affermazioni”.

Ha poi aggiunto: “Se la Beacon sta cercando di proporci un menu alternativo per il Natale, dovrebbe prima parlare con gli allevamenti di salmone sulla quantità fornita quest’anno. Queste affermazioni sono ormai datate. L’allevamento ittico scozzese ormai ha degli standard molto alti, la salute e il benessere dei pesci sono estremamente elevati e l’industria sta investendo pesantemente in nuove tecnologie, al fine di garantire lo sviluppo degli allevamenti di salmone”.