Cronaca Europa

Isis, attentato a Parigi. Testimone: “Un sacco di spari sugli Champs-Elysées, la gente fuggiva”

Isis, attentato a Parigi. Testimone: "Un sacco di spari sugli Champs-Elysées, la gente fuggiva"

Isis, attentato a Parigi. Testimone: “Un sacco di spari sugli Champs-Elysées, la gente fuggiva” (Foto Ansa)

PARIGI – Isis colpisce Parigi con un nuovo attentato, alla vigilia del primo turno delle elezioni presidenziali. “Ho sentito un sacco di colpi sparati, per strada c’era il panico”, racconta uno dei testimoni dell‘attentato, avvenuto giovedì sera, poco dopo le 21, sugli affollati Champs-Elysées, la strada simbolo della capitale francese.

Cyril, 40 anni, si trovata sul viale quando si sono sentiti i primi spari ed ha visto tutto: “Ero in un angolo aspettando un amico nella mia auto, a circa 15 metri da un furgone della polizia. Ho visto un uomo con un lungo cappotto nero avvicinarsi al furgone, come per chiedere un’informazione, ma poi ha tirato fuori un kalashnikov ed ha sparato. Io ho fatto marcia indietro precipitosamente, urtando con altre auto, e sono scappato”.

San raffaele

Choukri Chouanine, il direttore di un ristorante situato in rue de Ponthieu, ha raccontato di aver sentito una “breve sparatoria”, ma con “un sacco di colpi”, ed i suoi clienti “si sono nascosti nelle nostre cantine”. Un altro testimone, che ha rifiutato di dare il suo nome, ha spiegato di trovarsi a “dieci metri” dalla sparatoria: “Ho sentito una raffica come di petardi, e poi ho visto che i colpi erano diretti contro degli agenti, e sono scappato”.

“Alla metropolitana Franklin Roosevelt si è scatenato il panico, la gente correva in tutte le direzioni”, ha riferito una donna che si trovava nelle vicinanze. Noa, che lavora in una farmacia proprio sugli Champs-Elysées, ha raccontato di aver sentito “un colpo, poi un grande movimento di folla. Così, abbiamo cercato di accogliere il maggior numero di persone dentro la farmacia, circa una trentina di persone, e lo stesso hanno fatto gli altri negozianti. La polizia è arrivata subito ed ha messo in sicurezza la zona, e dopo una mezz’ora ha evacuato tutte le persone da accessi alternativi”.

“Ero in pausa all’Arco di Trionfo quando si è verificato l’attacco”, ha spiegato un agente: “Dalla cima dell’Arco ho visto gente che correva lungo gli Champs-Elysées verso la stazione della metropolitana. Ci sono stati tafferugli. Poi molto rapidamente, è arrivata la polizia e gli elicotteri troppo. Ci hanno detto di evacuare l’Arco di Trionfo e un perimetro di sicurezza è stato distribuito”.

(Foto da Twitter e Ansa)

To Top