Cronaca Europa

Isis, autobomba a Euro 2016 in Francia: l’attentato mancato dei terroristi

Isis, autobomba a Euro 2016 in Francia: l'attentato mancato dei terroristi

Isis, autobomba a Euro 2016 in Francia: l’attentato mancato dei terroristi

PARIGI – Isis voleva colpire i campionati europei Euro 2016 in Francia con una autobomba: la conferma, riferisce la stampa francese, è arrivata da Mohamed Abrini, uno degli attentatori dell‘aeroporto di Zaventem, in Belgio, collegato alla cellula degli attacchi di Parigi del novembre 2015.

L’attentato a Euro 2016 avrebbe dovuto essere compiuto “con un’auto o un camion carico di esplosivo”, ha detto l’uomo ai giudici. Il piano però venne accantonato dopo l’arresto di Salah Abdeslam a Bruxelles.

Secondo i piani dell’attentato all’aeroporto belga, Mohamed Abrini avrebbe dovuto farsi esplodere all’aeroporto Zaventem come gli altri due kamikaze, Ibrahim El Bakraoui, Najim Laachraoui. Ma qualcosa è andato storto: il rinculo della prima esplosione lo ha scaraventato lontano dal suo carrello-bomba, e non è più riuscito a raggiungerlo.

A rivelarlo erano state le immagini delle telecamere di video-sorveglianza dell’aeroporto. Immagini che contraddissero quanto detto dallo stesso Abrini agli investigatori subito dopo il suo arresto ad Anderlecht. Il terrorista infatti confessò di essere sì “l’uomo col cappello“ e dunque il terzo attentatore all’aeroporto Zaventem, ma disse di aver desistito all’ultimo minuto dai suoi propositi stragisti.

 

To Top