Blitz quotidiano
powered by aruba

Kajetan Poznanski, Hannibal Lecter polacco arrestato a Malta

MALTA – Lo hanno arrestato a Malta poco prima che, con ogni probabilità, si dileguasse in Nord Africa. Kajetan Poznanski era ricercato in tutta Europa dallo scorso 3 febbraio perché accusato di aver decapitato e smembrato il corpo della sua insegnante d’Italiano a Varsavia. Un delitto talmente efferato che gli era valso il soprannome di Hannibal Lecter polacco. 

L’uomo, un bibliotecario di 27 anni senza precedenti penali, era descritto come persona riservata e intelligente, con la passione per la poesia antica. Era ossessionato dal serial killer interpretato da Anthony Hopkins nel film “Il silenzio degli innocenti”, al quale aveva dedicato anche una poesia.

Lo scorso 3 febbraio si sarebbe recato a casa della sua prof d’italiano per una lezione privata. Lì l’avrebbe barbaramente uccisa, decapitandola con una katana, una spada da samurai. Poi avrebbe raccolto i resti della donna in una borsa da viaggio e l’avrebbe trasportata in taxi fino al suo appartamento. All’autista insospettito dal pesante bagaglio ha detto che trasportava la carcassa di un cinghiale. Una volta giunto a casa ha dato fuoco al suo appartamento ed è scappato. Sono stati i pompieri, dopo aver spento l’incendio, a rinvenire i resti della povera vittima. In un’altra stanza hanno trovato la testa della ragazza appoggiata ad uno zaino.

Da Varsavia il killer ha attraversato la Germania e l’Italia prima di prendere un traghetto per Malta lo scorso 9 febbraio. Probabilmente nelle sue intenzioni c’era quella di raggiungere il Nord Africa. Quando i poliziotti in borghese lo hanno raggiunto a La Valletta, non ha opposto resistenza. Sarà estradato nei prossimi 10 giorni.