Cronaca Europa

Londra capitale della cocaina in Europa. Ma nei week end…

Londra capitale della cocaina in Europa. Ma nei week end...

Londra capitale della cocaina in Europa. Ma nei week end…

LONDRA – Londra detiene il primato di consumo di cocaina in Europa, ma solo nei giorni feriali mentre prendendo in considerazione soltanto i week-end è Anversa, Belgio, la città europea con il più alto consumo di polvere bianca: per la prima volta, dal 2013, Londra è stata superata da un’altra città. Al terzo posto c’è Zurigo e con notevole distacco, al sesto, c’è Milano.

E’ quanto emerge dai risultati di uno studio sulla concentrazione di cocaina nelle acque reflue di 50 città in 18 diversi paesi: al top Anversa con 914,80 mg, segue Londra con 894,9 mg, Zurigo 722,5 mg e al sesto posto Milano con 306,6 mg.

2x1000 PD

Per quanto riguarda Londra, si tratta comunque di un salto notevole rispetto all’anno precedente che registrava già un alto livello, pari a 730,4 mg ogni 1.000 persone al giorno.

La concentrazione di cocaina nella capitale inglese, tuttavia si riduce a 840,5 mg ogni 1.000 persone al giorno, nei fine settimana.

Un calo rispetto al 2015 e ciò significa, scrive il MailOnline, che Londra non è in sintonia rispetto al resto dell’Europa che, al contrario, nella maggior parte delle città, vede aumentare il consumo di cocaina nel week-end.

I valori medi dei fine settimana, coprono il venerdì, il sabato, la domenica e il lunedì mentre i livelli dei giorni feriali sono collegati agli altri giorni della settimana.

In tutta la settimana la concentrazione media giornaliera di cocaina nelle acque reflue londinesi è stata di 894,9 mg ogni 1.000 persone al giorno, dietro solo ad Anversa, in Belgio con 914,8 mg ogni 1.000 persone al giorno.

L’Osservatorio europeo dell’Unione europea sulle droghe e la tossicodipendenza (OEDT), che ha pubblicato i risultati, afferma che “le tracce di cocaina nelle acque reflue indicano che il suo uso è più alto nelle città dell’Europa Occidentale e meridionale, in particolare nelle città del Belgio, Paesi Bassi, Spagna e Regno Unito” e che è invece “trascurabile il consumo di cocaina nella maggior parte delle delle città dell’Europa orientale”.

Le cifre, pubblicate all’inizio del 2016, fanno pensare che il consumo della polvere bianca sia aumentato nelle famiglie inglesi e gallesi con un reddito di 50.000 sterline l’anno e, al contrario sia diminuito o inesistente nelle famiglie a basso reddito.

Nello studio, le acque reflue erano state analizzate per individuare tracce di quattro droghe illegali: anfetamina, cocaina, ecstasy o Mdma e metanfetamina.

Nella maggior parte delle città, nelle acque reflue, i livelli di ecstasy nel 2016 sono stati superiori a quelli del 2011, con accentuati aumenti in alcune località; ciò può essere dovuto alla maggiore purezza della droga o alla sua maggiore disponibilità e al suo consumo, secondo l’OEDT.

To Top