Cronaca Europa

Londra, rivestimento proibito sul Grenfell Tower: era polietilene

Londra, rivestimento proibito sul Grenfell Tower: era polietilene

Londra, rivestimento proibito sul Grenfell Tower: era polietilene

LONDRA – Era proibito il materiale utilizzato come rivestimento della Grenfell Tower di Londra. I media britannici già ne parlavano da giorni, ma ora arriva l’ufficialità direttamente dal ministro dell’Economia britannico Philip Hammond. Per questo la struttura è stata vittima di un devastante incendio che, divampato all’undicesimo piano, si è presto diffuso, provocando la morte accertata di 30 persone, tra cui gli italiani Marco Gottardi e Gloria Trevisan.

Le fiamme si sarebbero propagate rapidamente perché il rivestimento della torre conteneva polietilene, un materiale infiammabile, il cui utilizzo è vietato, ha sottolineato Hammond, “in Europa, nel Regno Unito e negli Stati Uniti”.

Sono ancora 58 le persone che risultano disperse nell’incendio e a questo punto vengono considerate morte, ha annunciato in conferenza stampa il capo della polizia di Londra, Stuart Cundy, aggiungendo che i dispersi potrebbero essere di più dal momento che è possibile che all’interno del palazzo si trovassero anche degli ospiti.

Il governo britannico ha infine deciso di versare subito 5.500 sterline, circa 6mila euro, alle famiglie che hanno perso tutto nell’incendio della Grenfell Tower di Londra, dove sono morte decine di persone. I fondi saranno disponibili già domani. Due giorni fa la premier Theresa May, oggetto di pesanti critiche con l’accusa di aver minimizzato il dramma, si era impegnata a stanziare fondi di emergenza per 5 milioni di sterline per i sopravvissuti e i familiari delle vittime del rogo.

 

 

To Top