Cronaca Europa

Londra, selfie sotto la Grenfell Tower: i residenti insorgono

Londra, selfie sotto la Grenfell Tower: i residenti insorgono

Londra, selfie sotto la Grenfell Tower: i residenti insorgono

LONDRA – Come in tanti altri luoghi scenari di tragedie e dolore, alla Grenfell Tower, a Londra, arrivano puntualmente i turisti dell’orrore, quelli che scattano selfie infischiandosene di essere quanto meno irrispettosi e dell’ira che suscitano tra i residenti.

La maggior parte delle persone arrivate da varie parti del Regno Unito per rendere un commosso omaggio a chi ha perso la vita, hanno lasciato messaggi, dei fiori, mentre altre sono state accusate di aver trasformato il grattacielo ormai carbonizzato, in un “luogo turistico”.

Alcuni sono stati visti mentre scattavano selfie a Notting Hill e alle loro spalle si vedeva la Grenfell Tower ormai distrutta, scrive il Daily Mail.

“Non è il momento né il luogo per fare selfie di fronte al grattacielo dove i miei amici sono morti”, ha detto Lorraine Warrington. “Ci sono persone che scattano foto e filmano continuamente, come se fosse un luogo turistico, è inaccettabile. Alla veglia abbiamo chiesto di smettere ma hanno continuato”.

Un residente a Notting Hill, Jamie Wallace, 57 anni, cresciuto nella vicina zona, ha dichiarato che il desiderio di documentare la tragedia è una “malattia moderna”.

Un bilancio post tragedia davvero devastante: decine di persone ancora sono disperse, centinaia senza una casa e il primo Ministro Theresa May ha ordinato più operativi sul posto per aiutare superstiti e vittime.

La May, criticata per la gestione della tragedia, ha dichiarato che il sostegno offerto alle famiglie non era “abbastanza soddisfacente”.

To Top