Cronaca Europa

Louvre, attentatore Abdallah, egiziano incensurato di 29 anni

Louvre, attentatore Abdallah, egiziano incensurato di 29 anni

PARIGI – E’ un giovane egiziano di 29 anni, incensurato, di nome Abdallah, l’uomo che la mattina di venerdì 3 febbraio ha aggredito con un machete alcuni soldati di guardia al Louvre di Parigi gridando “Allah Akbar”.

Il giovane attentatore era arrivato in Francia con un volo da Dubai, atterrato all’aeroporto di Roissy Charles de Gaulle lo scorso 26 gennaio. Incensurato, aveva ottenuto un visto per la Francia e sarebbe dovuto ripartire domenica prossima, 5 febbraio.

Fermato dai militari che gli hanno sparato, l’uomo si trova ricoverato all’ospedale Pompidou di Parigi in gravi condizioni. E’ stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per le ferite all’addome riportate nella sparatoria. Sta bene, invece, il militare che ha fatto fuoco contro l’aggressore e che era rimasto leggermente ferito

Subito dopo l’attentato a Parigi e in tutta la Francia sono scattate ulteriori misure straordinarie. Subito le 1.600 persone rimaste confinate dentro al Carrousel du Louvre sono state evacuate. Il museo riaprirà regolarmente sabato mattina.

La polizia ha effettuato diverse perquisizioni a Parigi, in particolare nell’ottavo arrondissement, zona Champs-Elysees. Gli agenti sono entrati in un appartamento nella rue de Ponthieu, strada di recente diventata malfamata per le risse notturne, i ferimenti e la frequentazione da parte di bande della malavita parigina e non solo.

“Voglio salutare l’efficacia dell’operazione Sentinelle che protegge i nostri connazionali. E’ stato scongiurato un atto della cui natura terroristica non ci sono dubbi”, ha detto il presidente francese, Francois Hollande, esprimendosi dal summit informale dell’Unione europea a Malta. In Francia, tra Parigi e il resto del territorio, sono schierati oltre settemila militari in funzione anti-terrorismo.

To Top