Blitz quotidiano
powered by aruba

Mentone. Armato di machete forza posto di blocco: ucciso

MENTONE – Un uomo armato di machete non si è fermato ad un posto di blocco organizzato a Mentone, località francese vicina a Ventimiglia e sul mare. L’uomo era bordo di un auto e intorno alle 18 del 7 marzo gli agenti gli hanno imposto l’alt. Invece di fermarsi l’uomo ha continuato la sua corsa, ma è stato bloccato ed è uscito dall’auto con il machete in mano: è allora che gli agenti hanno aperto il fuoco e l’hanno ucciso.

Il Gazzettino scrive che l’uomo era noto per avere problemi psichiatrici e riporta la notizia diffusa dal sito internet di Nice-Matine, che spiega come l’uomo ha rifiutato di fermarsi tanto che gli agenti hanno dovuto inseguirlo e dopo averlo visto armato sono intervenuti sparando:

“l’uomo a bordo di un’auto ha rifiutato di fermarsi ad un blocco della polizia intorno alle 18 di questo pomeriggio. Il veicolo corrispondeva ad un’auto segnalata il giorno prima per aver quasi investito un pedone.

Gli agenti hanno deciso di fermarlo ma l’automobilista non ha ubbidito all’ordine. È cominciato l’inseguimento fino all’ingresso di Saint-Agnès, un paesino situato nelle colline sopra Mentone. Secondo Nice-Matin l’uomo è uscito dall’auto minacciando la polizia con un machete. Gli agenti hanno aperto il fuoco, uccidendolo. Sul posto è giunto il procuratore Hervè Leroy. Secondo alcune testimonianze, l’uomo era noto per problemi psichiatrici”.