Blitz quotidiano
powered by aruba

Migranti, Germania: “Controlli ai confini per altri 6 mesi”

ROMA – La Germania e altri cinque Paesi dell’Unione europea – cioè Francia, Austria, Belgio, Danimarca e Svezia – intendono prolungare di altri sei mesi a partire dal 13 maggio i controlli di frontiera re-introdotti nello spazio Schengen.

Lo riferisce il quotidiano tedesco Die Welt , che riporta una lettera inviata da questi Paesi al vice presidente della Commissione Ue Frans Timmermans, in cui chiedono a Bruxelles di attivare il meccanismo di crisi previsto dal Codice frontiere di Schengen. «Chiediamo di presentare al Consiglio europeo una proposta che permetta agli Stati membri che lo ritengono necessario di mantenere o di introdurre a partire dal 13 maggio controlli di frontiera provvisori alle frontiere interne di Schengen conformemente all’articolo 29», si legge nella lettera indirizzata alla Commissione Ue.

Die Welt, citando fonti Ue, afferma che l’esecutivo comunitario ha in programma di dare il via libera a metà della prossima settimana a un prolungamento dei controlli di frontiera, perché la protezione delle frontiere esterne dell’Ue non è ancora sufficientemente garantita.