Cronaca Europa

Mike Ashley, il patron del Newcastle United ubriaco durante riunione: “Ha vomitato nel caminetto”

Mike Ashley, il patron del Newcastle United ubriaco durante riunione: "Ha vomitato nel caminetto"

Mike Ashley, il patron del Newcastle United ubriaco durante riunione: “Ha vomitato nel caminetto”

ROMA – Figuraccia epica di Mike Ashley, ricchissimo proprietario della catena di negozi di articoli sportivi SportsDirect, che ubriaco, in una riunione aziendale, ha vomitato nel caminetto di un pub: aveva trangugiato 6 litri di birra durante una gara di bevute con un collega.

Ashley, proprietario della squadra di calcio Newcastle United, sembra abbia tenuto la riunione del consiglio d’amministrazione poi trasformatasi in un “raduno in un pub”, in cui si beve, si mangia kebab, si fanno giochi alcolici, secondo quanto è emerso in tribunale.

Il miliardario, si sarebbe lanciato nello Spoof (un popolare gioco alcolico in cui chi perde paga un giro di bevute) per decidere chi avrebbe pagato le spese della Banca per gli investimenti.

Nel corso della riunione, poiché si stava annoiando, si sarebbe steso sotto il tavolo per schiacciare un pisolino.
Ad accusarlo è Jeffrey Blue, un consulente finanziario che accusa il tycoon di esser venuto meno a un accordo mentre beveva all’Horse & Groom in Marylebone.

Blue afferma che il miliardario, ha iniziato la attività partendo da un solo negozio a Maidenhead, aveva promesso un compenso di 15 milioni di sterline se fosse riuscito a portare a 8 sterline il prezzo delle azioni di Sports Direct.

Ma secondo Blue, avrebbe ricevuto solo un 1 milione di sterline e ora vuole recuperare la restante somma.
Ashley e i suoi avvocati hanno contestato le accuse e definito le affermazioni di Blue “estremamente vaghe”.

Blue ha ribattuto che il miliardario “spesso porta avanti affari, conversazioni e accordi mentre trangugia alcol”.

To Top