Blitz quotidiano
powered by aruba

Monaco Baviera, grida Allah Akbaar e attacca: un morto

BERLINO – Prima ha gridato Allah Akbaar, poi si è accanito con il coltello contro quattro passeggeri in attesa del treno sulla banchina di una stazione tedesca. Un uomo è morto in ospedale per le gravi ferite e altre 3 persone risultano ferite dopo l’attacco dell’uomo, un giovane cittadino tedesco, intorno alle 5 del mattino del 10 maggio nella stazione ferroviaria di Grafing, nei pressi di Monaco di Baviera in Germania.

La polizia di Monaco di Baviera ha fermato il giovane tedesco,27 anni e senza precedenti penali, dopo che alle 5 del mattino ha fatto irruzione nella stazione di Grafing. “Stiamo indagando per stabilire se dietro l’attacco ci sia una matrice islamica”, hanno detto le autorità spiegando che ci potrebbero essere “motivazioni politiche” dietro all’aggressione.

“L’aggressore ha fatto affermazioni, nel momento in cui commetteva il delitto, che lasciano concludere vi sia una motivazione politica”, hanno affermato gli investigatori. Secondo testimoni il giovane ha urlato “Allah Akbar”.

Il giovane ha accoltellato 4 persone, uccidendo un uomo di 50 anni originario di Wasserburg. Le ferite riportate erano talmente gravi che l’uomo è deceduto in ospedale, dove era stato portato per i soccorsi subito dopo il fatto. Gli altri tre feriti sono tre uomini, rispettivamente di 58, 55 e 43 anni. Secondo gli inquirenti uno di loro è in gravi condizioni, gli altri due non sarebbero invece in pericolo.

 

Immagine 1 di 4
  • Monaco Baviera, grida Allah Akbaar e attacca: un morto
Immagine 1 di 4