Blitz quotidiano
powered by aruba

Nave da guerra inglese contro scafisti fra Turchia e Grecia

LONDRA – Ecco la nave da guerra che la Marina militare britannica sta per mandare, con altre facenti parte di una flotta navale, nel Mar Egeo per intensificare gli sforzi che contrastano il contrabbando di persone sfruttando la crisi migratoria.

La nave nella foto si chiama Mounts Bay, è una nave appoggio e sul ponte porta anche un elicottero Wildcat; si prevede inizierà le operazioni nei prossimi giorni, cercando contrabbandieri che trasportano immigrati dalla Turchia e dalla Grecia.

L’imbarcazione passerà la informazioni alla guardia costiera turca affinché sia in grado di intercettare le barche. Della flottiglia inglese faranno anche parte due motovedette della Guardia costiera.

Il mese scorso circa 1.800 migranti al giorno sono giunti in Grecia, e sono arrivati ad un totale di 116.000 finora quest’anno. Il primo ministro ha indetto un vertice Ue per oggi così che possa chiedere alla comunità internazionale di lavorare insieme sulla questione.

David Cameron, primo ministro britannico, ha detto:

“Dobbiamo spezzare il modello di business dei contrabbandieri criminali e fermare il flusso disperato di persone che affrontano un viaggio inutile e pericoloso stipate in imbarcazioni di fortuna”.

Un mercantile britannico, inviata per aiutare nella crisi migratoria, ha raccolto più di 6.000 rifugiati negli ultimi quattro mesi. VOS Grace, questo il nome della nave, è stata noleggiata dal Ministero degli Interni, nel mezzo di una carenza sia di imbarcazioni che di personale, per proteggere la costa della Gran Bretagna.

Secondo il Daily Mail, la nave ha raccolto 6017 migranti che viaggiavano dalla Libia, trasportandoli nei vari porti Europei. Secondo l’ultima stima, il numero totale dei migranti raccolti dall’Inghilterra da maggio dello scorso anno è 15.434.