Blitz quotidiano
powered by aruba

Niente doccia per 30 giorni: gli effetti sono stupefacenti

ROMA – Niente doccia né deodoranti per 30 giorni: è il curioso esperimento che due blogger inglesi hanno condotto. Obiettivo, capire cosa succede alla nostra pelle senza i prodotti chimici che di solito utilizziamo per lavarla. E gli effetti non sono così scontati…Cattivi odori e capelli unti sono la logica conseguenza eppure Jill Provost ha detto che il beneficio più grande l’ha avuto la sua pelle a tendenza acneica:

“Sentivo la puzza delle mie ascelle tutto il giorno, per questo cercavo di tenere le braccia attaccate ai fianchi. Dopo dieci giorni puzzavo come una cantina, alla fine del mese era un mix di morto e alghe. I capelli, poi, erano diventati grassissimi” – ha spiegato Jill – “La mia pelle, però, ne ha giovato: nei primi giorni ho avuto più acne, ma dopo la terza settimana è diminuito in modo drastico. Questo dimostra che, se le viene concesso il tempo, la natura può fare meglio dei prodotti chimici”.

Scrive Ladyblitz:

Le due redattrici intrepide sono Jill Provost e Jessica Amaris: si tratta di due donne che ogni giorno frequentano la palestra. Per aiutarle è stato concesso loro solo uno spray probiotico che allontana i batteri cattivi da quelli “buoni”, evitando così che la pelle senza acqua rimanesse equilibrata evitando anche che i cattivi odori raggiungessero livelli altissimi. Secondo quanto raccontano le due redattrici di Totalbeauty.com , uno dei prodotti più difficile a cui rinunciare è stato il deodorante. “Sentivo l’odore di me stessa tutto il giorno – ha detto una delle due – . Per questo tenevo le braccia attaccate ai miei fianchi”.

Durante i 30 giorni di esperimento, come racconta il Daily Mail Jill ha ricevuto i complimenti per il suo aspetto senza make-up: per i fetori emessi, Jessica ha invece ricevuto lamentele da collaboratori, familiari e amici. “Cibo di ieri” è uno dei modi in cui le due donne hanno descritto l’odore che emettevano. Dopo dieci giorni, ha raccontato di puzzare come una cantina. Alla fine dell’esperimento, il marito le ha detto che emanava un odore di “morto” e di “alga”. Un altro prodotto difficile a cui rinunciare era lo shampoo. Jill ha raccontato che dopo tre giorni i suoi capelli erano grassi. Per quanto riguarda la pelle, i problemi di acne cistica e psoriasi sono prima aumentati poi, dopo 21 giorni, qualcosa è cambiato. Jessica ha detto di avere una carnagione “migliore di quello che aveva da mesi”, mentre la psoriasi di Jill era magicamente scomparsa. Anche se emanavano ancora un odore “putrido” le due redattrici hanno cominciato a sentirsi completamente pulite usando solo l’acqua per lavare il corpo. Inoltre, non usare prodotti ha permesso loro di risparmiare 45 minuti al mattino. L’esperimento ha dimostrato che sapone, shampoo e make-up sono un lusso a cui i nostri corpi autosufficienti possono benissimo fare a meno.


TAG: