Cronaca Europa

Nizza, Mohamed Lahouaiej Bouhlel aveva rapporti con donne e uomini

Nizza, Mohamed Lahouaiej Bouhlel aveva rapporti con donne e uomini

Nizza, Mohamed Lahouaiej Bouhlel aveva rapporti con donne e uomini

NIZZA – Emergono nuovi dettagli sull’attentatore di Nizza, Mohamed Lahouaiej Bouhlel. In particolare, dopo un attento esame sul suo cellulare, pare che l’assassino 31enne navigasse regolarmente su siti per incontri bisessuali e frequentasse persone conosciute online, sia uomini che donne. Non solo, dunque, l’assunzione regolare di alcol e droghe metteva in dubbio l’adesione rigorosa alle pratiche islamiche. L’ultima scoperta chiarisce definitivamente ogni dubbio: l’uomo era “bisessuale praticante”.

Come riporta il Daily Mail, il suo cellulare è stato prelevato dagli agenti di polizia subito dopo averlo ucciso giovedì sera lungo la Promenade des Anglais. Secondo gli ufficiali, l’ispezione del telefono si sta rivelando ben più importante dei sette sospettati attualmente tenuti in custodia per legami con sospetti con l’uomo. Tra questi, due albanesi sospettati di aver fornito una pistola a Bouhlel. “La testimonianza su cui gli investigatori stanno contando di più è quella del suo telefono cellulare”. A una prima indagine, il dispositivo si è rivelato essere pieno di messaggi, video e fotografie, tra cui quelle di uomini e donne con cui l’attentatore è recentemente andato a letto. Duecento agenti stanno lavorando esclusivamente sui dati presenti all’interno del suo telefono.

2x1000 PD

Boulel amava mandare selfie ai suoi contatti. Tra le foto, compaiono i volti di amanti uomini e donne, anche se frequentati per poco. Andava regolarmente in palestra e frequentava bar latinoamericani. Oltre a documentare la sua intensa vita sessuale, il padre di tre figli, ha utilizzato il telefono anche per preparare l’attacco, ed lì che le indagini dovrebbero ritirarsi maggiormente utili. Tra le varie si è addirittura scattato un selfie all’interno del camion appena prima di partire alla volta del lungomare, e lo ha inviato alla sua famiglia in Tunisia. Ha scritto messaggi sulla sua gioia di aver ottenuto una pistola 7.65 e sulla speranza di ottenerne presto altre. In un messaggio ha scritto: “Finalmente ho i rifornimenti. Portate più armi”.

To Top