Blitz quotidiano
powered by aruba

“Non entrare siamo morti”: macabro messaggio sulla porta svela che…

NEWPORT – Strangola la moglie e poi si impicca. John Irwin, 77 anni, pensionato di Shanklin (Isola di Wight, Inghilterra), avrebbe prima soffocato la donna, di nome Jean, 83 anni, poi si sarebbe tolto la vita, legandosi una corda al collo e gettandosi da una balaustra. Questa la ricostruzione degli investigatori che si sono occupati del presunto omicidio-suicidio. Secondo quanto riportato dal DailyMail, i corpi senza vita dei due coniugi sono stati trovati dalla polizia lo scorso lunedì mattina, dopo che un paperboy (ragazzo che consegna i giornali a domicilio) ha trovato sulla porta dell’abitazione un biglietto a lui indirizzato che non lasciava spazio a interpretazioni:

Mi dispiace, ma non devi più venire a casa per noi due, gli Irwins sono morti. Sei pregato di tornare a casa e dire a tuo padre di telefonare alla polizia”, si legge sul biglietto.

Un messaggio probabilmente scritto dall’uomo prima di portare a termine il suo piano. A fare chiarezza sul possibile movente dell’omicidio-suicidio sono stati i vicini di casa della coppia, che hanno spiegato come il signor Irwin fosse affetto da un cancro da circa sette anni, mentre sua moglie soffrisse di deterioramento cognitivo lieve, conosciuto anche con la sigla MCI, deficit considerato come la frontiera o stato di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza. Una situazione non facile da gestire per i due anziani, che potrebbe aver spinto il 77enne a mettere fine alla vita di entrambi.

Le circostanze esatte della morte dei pensionati rimangono oggetto di esame da parte del medico legale. Un portavoce della polizia ha detto: “L’esame post mortem di Jean ha rivelato che la morte della donna è stata dovuta alla compressione del collo, mentre John è morto per auto impiccagione. I familiari, che continuano a essere supportati da agenti specializzati, hanno chiesto di rispettare la loro privacy in questo momento molto difficile”.