Blitz quotidiano
powered by aruba

Oscar, il bimbo che tutti evitano come fosse un mostro

LONDRA – Oscar Langham è un piccolo, paffuto bimbo biondo di 16 mesi. Ma anziché essere coccolato da tutti viene guardato con disgusto, quasi come fosse un mostro, e nessuno gli si avvicina. Colpa di quelle pustole rosse che gli coprono il viso e il corpo: non sono contagiose, ma la gente pensa che lo siano. E così quando arriva lui si fa il vuoto attorno.

La storia del piccolo Oscar è stata raccontata dalla sua giovane mamma, Steph Webster, 20 anni, al quotidiano britannico The Telegraph: “Quando Oscar è nato abbiamo visto alcune pustole rosse sul suo corpo, ma non abbiamo dato loro molto peso. Pensavamo fosse normale nei neonati. E’ stata un’ostetrica a dirci che qualcosa non andava. Da allora le pustole sono aumentate progressivamente. Le persone che lo vedono domandano sempre se abbia la varicella, lo fissano per strada e stanno lontani da lui, temendo che possa essere contagioso”.

La giovane donna ha raccontato un brutto episodio accaduto a Natale:

“Eravamo al centro commerciale Trafford di Manchester. C’era un uomo vestito da Babbo Natale e attorno molti bambini. Quando hanno visto Oscar ci hanno chiesto di allontanarci. Solo una volta che li ho rassicurati lo hanno fatto avvicinare”.

La malattia di cui soffre Oscar, infatti, non è contagiosa. Si tratta della Istiocitosi, una malattia rara che colpisce circa un bambino ogni duecentomila nati. Per cercare di curarla Oscar è stato sottoposto sia alla chemioterapia sia ad un trattamento con gli steroidi, ma sono stati entrambi inutili. Il piccolo è sempre sotto osservazione all’ospedale reale universitario di Stoke. Ma i suoi genitori si dicono abbastanza sereni: “Certo, a volte ci sto male, dice la mamma di Oscar, ma finché lui sorride e sta bene non mi preoccupo. Purtroppo il vero problema per lui sono gli altri, che lo evitano come se fosse un pericolo”. Mentre Oscar è solo un piccolo bimbo biondo paffuto.

 

 


PER SAPERNE DI PIU'