Blitz quotidiano
powered by aruba

Parigi, allarme bomba in un ospedale: “Isis vuole finire strage del Bataclan”

PARIGI – Allarme bomba a Parigi: tutti gli accessi all’ospedale europeo “Georges Pompidou” della capitale francese sono stati bloccati venerdì pomeriggio dopo una telefonata minatoria da parte di un interlocutore anonimo. L’intero nosocomio è stato sgomberato. Secondo quanto scrive il quotidiano online Europe1 si tratterebbe solo di una misura precauzionale. Ma il tabloid britannico Daily Star sostiene che l’ospedale sia stato preso di mira perché lì sono tutt’ora in cura alcuni dei feriti più gravi dell’attentato del 13 novembre 2015, quando un commando di uomini legati all’Isis fece strage in alcuni bistrot della capitale e alla sala da concerti “Bataclan”.

Gli accessi al grande ospedale, che sorge non lontano dalla Tour Eiffel, nel XV arrondissement, sono stati bloccati per un allarme bomba, secondo quanto si apprende da fonti della polizia. I pazienti sono stati evacuati per consentire i lavoro degli artificieri. Per le autorità si tratta di una semplice “misura di precauzione”. Anche il vicino cinema Odeon è stato evacuato e chiuso.

In un comunicato, si rende noto che “gli spostamenti di pazienti all’interno dell’edificio sono stati ridotti al minimo, i casi urgenti in arrivo sono stati dirottati verso altri ospedali”.

 


PER SAPERNE DI PIU'