Blitz quotidiano
powered by aruba

Pensavano ad una sbornia, invece la figlia è morta di meningite fulminante

ROMA – I genitori pensavano ad una sbornia ma invece la figlia, 21enne, era gravemente malata:  Jennifer Gray era infatti stata colpita da una meningite fulminante subito dopo una notte brava.

Jennifer, scrive il The Sun, che frequentava il terzo anno del West of Scotland University in Scozia, era tornata a casa con una fortissima emicrania dopo essere uscita con gli amici il 15 aprile scorso. Sua madre  ha raccontato ai media inglesi di aver pensato che si fosse ubriacata.

Il giorno dopo la figlia è entrata in coma ed è stata trasportata in ospedale dal padre. I medici hanno spiegato ai genitori che non si trattava dei postumi di una serata a base di super alcolici bensì di una meningite batterica, ma era ormai troppo tardi.

La mamma della ragazza ora vuole educare i giovani sui sintomi della malattia.

“La meningite – racconta la mamma – ha colpito la mia famiglia. E’ arrivata per noi come un fulmine a ciel sereno. E’ la cosa peggiore che possa accadere a qualcuno che ha un figlio unico… Jennifer non crescerà mai, non la vedrò mai sposata e con figli. E’ andata via per sempre”.