Cronaca Europa

Peter Phillips, ombre sul nipote della regina: pagato doppio di quanto andato in beneficenza

Peter Phillips, ombre sul nipote della regina: pagato doppio di quanto andato in beneficenza

Peter Phillips, ombre sul nipote della regina: pagato doppio di quanto andato in beneficenza

LONDRA – Vento di polemiche per la Casa reale britannica. Nel 2016, per organizzare il grande party street con le 628 associazioni benefiche per il 90° compleanno della regina Elisabetta, la società del nipote Peter Phillips ha ricevuto 750.000 sterline, ossia il doppio di quanto raccolto in beneficenza. Beneficiaria del pagamento è la SEL UK, la società di cui Phillips è direttore, per l’organizzazione di eventi lungo il Mail di Londra.

Presentato come il fulcro dei festeggiamenti per la regina, l’evento no-profit fin dall’inizio è stato al centro di polemiche, poiché i rappresentanti delle associazioni benefiche, per partecipare, hanno dovuto sborsare 150 sterline a testa (quasi 200 euro), scrive il Daily Mail.

Qualche interrogativo è stato sollevato e i più critici, hanno pensato che c’era un che di ironico nella faccenda visto che l’evento, noto come “Pranzo del patrono”, era stato progettato per celebrare il ruolo della sovrana come madrina di 628 associazioni benefiche e organizzazioni.

Phillips, figlio della principessa Anna, per organizzare l’esclusivo evento, è stato pagato 750.000 sterline, con un contratto biennale per “servizi commerciali”. E ciò a fronte di appena 306.000 sterline ricavate dalla beneficenza, attraverso biglietti e merci, fino a settembre dello scorso anno. La somma è stata ripartita tra 290 associazioni caritative, delle quali la Regina è patrona, tra cui la RSPCA e Barnardo.

In occasione della presentazione alla stampa dell’evento, Phillips, 39 anni, ha precisato di non aver ottenuto il contratto grazie alla parentela con la regina ma ha ammesso di aver discusso con lei, in privato, sull’argomento. Ha sostenuto che l’evento era “molto costoso” e non aveva altra scelta se non quella di far pagare i rappresentanti delle associazioni caritative. Stuart Etherington, presidente del Patron’s Fund, ha annunciato che i conti sono ancora da verificare ed è possibile che l’importo finale per la beneficenza salga a 780.000 sterline.

To Top