Blitz quotidiano
powered by aruba

Politico neo-nazi fa incidente: soccorso da profughi siriani

BERLINO – Bruttissimo incidente per Stefan Jagsch, 29 anni, esponente di spicco del partito neonazista tedesco Npd. Lo scorso 16 marzo il politico di estrema destra si è andato a schiantare con la sua auto contro un albero a Buedingen, nell’Assia, uno degli stati federati della Germania. E a soccorrerlo, il fato beffardo ha voluto, che si fermasse un camion con a bordo due profughi siriani. Anzi, si può dire che l’intervento dei rifugiati sia stato fondamentale per la sua vita: dopo averlo tirato fuori dalle lamiere, i migranti hanno assistito Jagsch fino all’arrivo dell’ambulanza. Il politico se l’è cavata con alcune fratture alle gambe e una ferita al volto.

Il Partito nazional-democratico (Npd) è una formazione razzista e antisemita che è attualmente oggetto di un procedimento per la sua messa fuori legge. Seppure insignificante a livello nazionale, in alcune realtà locali coltiva discreti bacini elettorali. Alle scorse municipali di Altenstadt, Stefan Jagsch che è sempre stato fortemente contrario all’accoglienza degli immigrati ha costruito la sua intera campagna elettorale contro di loro, anche a suon di insulti.

Il presidente del partito neonazista dell’Assia ha ringraziato i migranti siriani per il soccorso prestato. A confermare la storia ci sono le testimonianze di diversi automobilisti fermatisi in seguito all’incidente.