Cronaca Europa

Ragazzo di 11 anni si impicca: a scuola compagni lo costringevano a fare compiti loro

Ragazzo di 11 anni si impicca: a scuola compagni lo costringevano a fare compiti loro

Ragazzo di 11 anni si impicca: a scuola compagni lo costringevano a fare compiti loro

LONDRA – Si uccide a 11 anni. Asad Khan aveva da poco cominciato la scuola secondaria (la Beckfoot Upper Heaton) a Bradford, in Regno Unito. La tragedia è avvenuta lo scorso 28 settembre, quando il ragazzo si impiccò nella sua cameretta, ed ora dopo 4 mesi un’inchiesta a delineato i contorni della drammatica vicenda. Sembra che il ragazzo fosse stato preso di mira dai suoi coetanei che gli chiedevano di fare i compiti per loro.

La madre di Asad, Farheen Khan, ha affermato che il figlio ogni giorni affermava di essere preoccupato per “l’enorme quantità di compiti” che aveva da fare a casa. In realtà si trattava di dei lavori a cui i bulli lo costringevano. “Asad ci diceva sempre che aveva da fare. Quando la madre gli ha chiesto perché era così impegnato,  le ha detto che doveva fare questi lavori per guadagnarsi qualcosa” ha spiegato il padre, Mahmood Asif, di fronte alla corte di Bradford.

Simon Wade, preside della scuola Beckfoot Upper Heaton, nel West Yorkshire, ha spiegato che almeno due compagni di scuola saranno chiamati a testimoniare durante l’inchiesta. “Non ci sono parole per dire quanto questa notizia ci ha scioccato – ha detto Rehana Bibi, 34 anni, amica di famiglia – Asad era un ragazzino sempre felice. Era anche molto timido”.

To Top