Cronaca Europa

Re Guglielmo d’Olanda rivela: “Piloto in incognito aerei passeggeri di Klm”

Re Guglielmo d'Olanda rivela: "Piloto in incognito aerei passeggeri di Klm"

Re Guglielmo d’Olanda rivela: “Piloto in incognito aerei passeggeri di Klm”

ROMA – Il re Guglielmo d’Olanda rivela: “Ogni tanto faccio il pilota in incognito per Klm”. La confessione del sovrano Willem-Alexander arriva dalle colonne del giornale olandese De Telegraaf, ma ha fatto presto il giro del mondo.

Il re ha rivelato di avere, da 21 anni, un “secondo lavoro”: quello di copilota, svolto almeno due volte al mese, ma sempre senza che i passeggeri ne fossero al corrente.

Nell’intervista il sovrano ha anche rivelato di non aver interrotto la pratica neanche quando è salito al trono, nel 2013. “Trovo che volare sia fantastico”, ha raccontato, spiegando che intende continuare in futuro a mettere le mani sulla cloche di un aereo e che nei prossimi mesi imparerà a guidare un Boeing 737.

San raffaele

La sua passione per il volo era già nota, così come il fatto che avesse la licenza da pilota. E pilotare gli aerei per mestiere sarebbe stata la sua aspirazione se non fosse nato a palazzo. Quello che invece non si sapeva ancora è che Willem-Alexander aveva co-pilotato in incognito aerei passeggeri della compagnia di bandiera Klm e spesso con il comandante Maarten Putman, anche dopo essere stato incoronato re.

Il mese scorso il governo olandese aveva reso noto che il sovrano aveva copilotato aerei Fokker 70, poi sostituiti con 737, sia per il governo che per il servizio passeggeri business della Klm Cityhopper, usati in una dozzina di località europee, in particolare nel Regno Unito, Germania e Norvegia. Poche le volte in cui, vestito in uniforme, è stato riconosciuto dai passeggeri, anche perché non ha mai usato il suo nome.

To Top