Cronaca Europa

Rebecca Harrison, faccia a faccia con uno psicopatico. Il documentario della BBC

Rebecca Harrison

Rebecca Harrison

LONDRA – Rebecca Harrison, regista della BBC, ha rivelato il terrore provato nel faccia a faccia con tre psicopatici detenuti in un carcere americano, mentre girava un documentario mirato a capire ciò che spinge i criminali a muoversi in un certo modo e se possono essere curati.
Si è trovata di fronte al Mark Moley, molestatore di bambini, l’omicida  Ryan Klug e Joshua Wright, stupratore killer: nell’Indiana, i tre sono stati condannati a più di 100 anni di prigione per orribili reati.
Il documentario della BBC Horizon, “What Makes a Psychopath”, la Harrison rivela le influenze psicologiche e biologiche che spingono a omicidi e abusi su minori.
Ma a render chiara la realtà alterata di uno psicopatico è stato un altro prigioniero, Robert, 17 anni, che tentava di turbare la regista con un atteggiamento affascinante, simile al cannibale cinematografico Hannibal Lecter.
Ha raccontato alla Harrison come ha aggredito un secondino, procurando all’uomo danni cerebrali permanenti:”La parte posteriore del collo è la più fragile del corpo, per cui l’ho colpito proprio lì”.
Robert ha parlato alla regista del suo amore per i libri, del sogno di entrare nell’esercito USA e quanto fosse legato alla famiglia. 
Il 17enne ha inziato a parlare casualmente dei reati commessi e si vantava di essere in grado di capire le persone al primo sguardo.
“Un giovane davvero pericoloso” ha detto la Harrison al Daily Mirror parlando dell’esperienza, aggiungendo di aver accettato che Robert facesse un ritratto della sua personalità, in base al suo look.
Quando la regista ha chiesto a Robert se si considerasse uno psicopatico ha risposto “Forse narcisista, non uno psicopatico”.
“E con il sistema carcerario americano che non in grado di fare una diagnosi per ogni carcerato, di sicuro non lo sapremo mai”, ha sottolineato la Harrison.

To Top