Blitz quotidiano
powered by aruba

Regina Vittoria: mutandoni venduti all’asta per 19mila euro. Valevano 3500 ma…

LONDRA – Venduti all’asta alla cifra record di 19.000 euro circa un paio di mutandoni appartenuti alla Regina Vittoria d’Inghilterra. La biancheria intima reale era partita da una stima iniziale di soli 3.500 euro ma gli acquirenti, colti dalla frenesia di accaparrarsi il capo lo hanno portato a un prezzo cinque volte superiore, probabilmente un nuovo prezzo record mondiale alla Christie di Londra.

I mutandoni di taglia piuttosto grande, si ritiene risalgano alla fine del 1800, l’ultima parte della vita della regina, quando il suo giro vita era cresciuto in modo considerevole. La biancheria intima era realizzata esclusivamente per la regina e sotto una corona, venivano ricamate le iniziali VR – Vittoria Regina – e sotto l’emblema c’è anche il 36, probabilmente il numero di serie.

L’indumento intimo, “split drawers“, ha una coulisse in vita e un’apertura centrale, molto diffusa nell’epoca vittoriana in cui le donne vestivano con abiti pesanti ed era difficoltoso andare in bagno. Alcuni capi d’abbigliamento appartenenti alla Regina Vittoria venivano spesso dati ai membri della famiglia reale, in particolare dopo la sua morte nel 1901.

Il record precedente di vendita all’asta fu a Chippenham, Wilts: un paio di split drawers, nel luglio scorso è stato venduto a 14.000 euro. Nic McElhatton, presidente delle sale d’asta South Kensington di Christie afferma:”Il nuovo prezzo segna un record mondiale. Qualunque oggetto connesso alla regalità attira molto interesse, in particolare se si tratta della famiglia reale inglese”. “La Regina Vittoria cambiava due paia di split drawers al giorno e una volta indossati non li usava nuovamente”.

“Quando nel 1837 salì al trono era molto magra, per cui vista la circonferenza il sospetto è che risalgano a età avanzata”. “Sono stati tramandati come tradizione, re Edoardo VII li avrà donati a qualcuno ma non sappiamo chi, poi sono arrivati a un commerciante e nel 1987 li ha comprati il collezionista David Gainsborough Roberts.

Roberts negli anni ha accumulato una notevole collezione di insoliti pezzi storici tra cui oggetti del Titanic, capi di vestiario di Lawrence d’Arabia e altri memorabilia reali. I suoi 72 lotti hanno fruttato in totale circa 452.000 euro.