Blitz quotidiano
powered by aruba

Rouen, moschea rifiuta sepoltura per Adele Kermiche: “Non sporchiamo Islam”

ROUEN – Niente funerali e sepoltura in moschea per Adele Kermiche, il killer dell’attentato alla chiesa di Saint Etienne du Rouvray, vicino Rouen, dove è stato barbaramente sgozzato padre Jaques Hamal. La comunità musulmana della cittadina in Normandia, dove lo stesso jihadista viveva, ha rifiutato il corpo del giovane ucciso dalla polizia in un blitz immediatamente dopo il sequestro.

Per l’imam Mohammed Karabila, a capo della moschea, Kermiche non è degno di ricevere il conforto religioso. “Non vogliamo sporcare l’Islam. Non ci occuperemo né della tradizionale pulizia del corpo né della sepoltura”.

Un altro gesto molto forte da parte della comunità musulmana francese dopo l’invito degli imam transalpini di partecipare domenica alle messe cattoliche. Entrambi i segnali servono a chiarire che islam non è per forza sinonimo di Califfato e terrore.

Intanto un altro giovane è stato arrestato, in relazione all’assassinio del sacerdote. Si tratta di un diciannovenne a casa del quale, pochi giorni prima dell’assalto alla chiesa, la polizia aveva trovato un video dove Abdel Malik Petitjean – l’altro attentatore di Saint Etienne du Rouvray – giurava fedeltà all’Isis. Il ragazzo è stato arrestato formalmente venerdì.