Blitz quotidiano
powered by aruba

Russia, a casa del capo anti-corruzione 122 milioni di dollari: sequestrati

MOSCA – Un sequestro da 122 milioni di dollari farebbe rizzare i capelli a tutti, specie se rinvenuti nell’abitazione del capo dell’anti-corruzione.

La polizia russa, scrive il Daily Mail, ha perquisito l‘appartamento di Dmitry Zakharchenko, deputato e capo del dipartimento dell’industria energetica e dell’anti-corruzione e ha trovato un’enorme somma in contanti. Dopo il ritrovamento del denaro, di cui 2,2 milioni in euro, Zakharchenko è stato arrestato per abuso di potere, ostruzione alla giustizia e corruzione.

“La cifra totale è sconosciuta. La polizia ha confiscato solo i soldi che erano in casa di Zakharchenko; al momento non è noto se ne abbia altri nascosti”, ha riferito una fonte a RIA Novosti.

Sembra che i contanti fossero così tanti che gli investigatori hanno dovuto fermare temporaneamente la perquisizione per cercare delle scatole abbastanza grandi da poterli contenere. “Abbiamo richiesto due misure alternative: gli arresti domiciliari o una cauzione da un milione di dollari” ha detto l’avvocato Yury Novikov.

In Russia la corruzione è a dir poco diffusa. Il Paese si trova al 119esimo posto su 167 nella classifica annuale stilata da Trasparency International sul tasso di corruzione delle nazioni del mondo. E questo, naturalmente, incide anche sul costo dei lavori pubblici. Come ricorda Focus, solo realizzare la strada di 48 km tra Adler e Krasnaya Polyana, città che ha ospitato molti degli eventi delle Olimpiadi invernali di Sochi, è costato 6 miliardi di euro. Più del doppio di quanto sono costate per intero le Olimpiadi invernali di Torino.

 

Immagine 1 di 2
  • Russia, a casa del capo anti-corruzione 122 milioni di dollari: sequestrati 2 2
Immagine 1 di 2

PER SAPERNE DI PIU'