Blitz quotidiano
powered by aruba

Ryanair, il figlio sputava ai passeggeri, voli interdetti alla mamma

LONDRA – Interdetti i voli Ryanair a una donna che non è riuscita a impedire a suo figlio di due anni, che sputasse addosso agli altri passeggeri.

Il bambino ha iniziato ad avere il maleducato comportamento fin dalla sala prima dell’imbarco sul velivolo, a Barcellona, e ha continuato anche mentre era a bordo dell’aereo, nel volo diretto a Liverpool.

Atterrati all’aeroporto John Lennon, a Liverpool, ad attendere la famiglia composta dai genitori e tre figli, c’era la polizia che li ha scortati fuori.

A denunciare il fatto sono stati i passeggeri: oltre agli sputi al momento dell’imbarco, secondo quanto affermato dalla polizia, mentre l’aereo era pronto a decollare, l’irruento bambino non stava fermo un momento. La madre, non solo non ha alzato un dito per mettere fine al comportamento del figlio ma quando il personale di bordo le ha chiesto di tenerlo sotto controllo è diventata aggressiva.

La Ryanair ha contattato la Merseyside Police e una volta effettuato l’atterraggio, gli agenti hanno fatto scendere la famiglia, mentre gli altri passeggeri rimanevano seduti.

La compagnia di volo non ha sporto alcuna denuncia formale, il che significa che per la donna non ci saranno conseguenze penali e non sarà arrestata ma non potrà mai più viaggiare a bordo della Ryanair.

Un portavoce di Ryanair ha detto: “Non tolleriamo comportamenti indisciplinati o che turbino il volo; la sicurezza e il comfort dei nostri passeggeri o dello staff, è la nostra principale priorità. Per questo, la donna non potrà mai più viaggiare con noi”.


PER SAPERNE DI PIU'