Cronaca Europa

San Pietroburgo, i testimoni: “Il botto, poi i cadaveri per terra”

San Pietroburgo, i testimoni: "Il botto, poi i cadaveri per terra" (foto Ansa)

San Pietroburgo, i testimoni: “Il botto, poi i cadaveri per terra” (foto Ansa)

SAN PIETROBURGO, RUSSIA – “Una forte esplosione, poi le carrozze sono piombate nel buio”. E’ questa la testimonianza di alcuni passeggeri riportata dal blogger Ivan Varlamov, testimone oculare dell’attentato della metropolitana di San Pietroburgo.

“Eravamo diretti alla stazione dell’istituto tecnologico — racconta Varlamov — quando abbiamo avvertito una forte spinta e un odore di polvere da sparo. Le luci della carrozza si sono spente e il treno non si è fermato quando è giunto in stazione. Poco dopo i passeggeri sono riusciti a lasciare il vagone da una finestra rotta, altri sono stati aiutati dal personale della metropolitana. Sembra che l’esplosione sia avvenuta tra la quarta e la quinta carrozza, verso la coda del convoglio. Ho visto almeno quattro persone morte o ferite. La piattaforma era piena di fumo”.

Un altro testimone: “Eravamo in viaggio con la scuola; in quel momento a bordo c’era un sacco di gente. L’esplosione è avvenuta tra le stazioni Senaya e Istituto di tecnologia. C’è stato un botto assordante, poi fumo . Ci siamo precipitati verso la fine del treno; due donne sono svenute per lo spavento. Il treno non si è fermato all’Istituto di tecnologia. Abbiamo visto che la carrozza accanto alla nostra aveva i finestrini rotti, c’era sangue. Qualcuno stava trascinando fuori le persone. Le vittime saranno state 1o o 15, non sono quanti fossero i cadaveri.. Dopo circa due minuti siamo usciti e siamo andati su un lato della Leninsky Prospekt”.

To Top