Blitz quotidiano
powered by aruba

Scandalo alla Bbc. Dj Tony Blackburn licenziato, abusò di..

LONDRA – Tony Blackburn, il padre delle classifiche alla radio e poi in tv, con la popolarissima trasmissione Top of the Pops, è stato licenziato in tronco dalla Bbc, l’ente radio televisivo di Stato britannico, per uno scandalo di 45 anni fa: una attrice lo aveva accusato di abusi, insieme con un altro personaggio della tv inglese, Jimmy Savile, pesantemente coinvolto in vicende simili. La ragazza si era uccisa, tempo dopo, con una overdose di barbiturici, ma, ha detto oggi Tony Blackburn, aveva ritirato l’accusa.

Tony Blackburn ha anche annunciato l’intenzione di querelare la Bbc per avere distrutto la sua reputazione.

Tony Blackburn, al secolo Antony Kenneth “Tony” Blackburn è una delle pietre miliari della evoluzione della radio avvenuta negli anni ’60 e ’70 in Inghilterra, dieci anni prima che anche in Italia il plumbeo monopolio della Rai fosse rotto dalle radio libere. Nato il 29 gennaio 1943, a poco più di 20 anni iniziò a trasmettere musica pop dalle radio pirata Radio Caroline e Radio London, che mandavano i segnali da bordo di navi ancorate fuori delle acque territoriali inglesi, facendo crollare il monopolio della Bbc. Contrariamente ai burocrati della Rai, i capi della Bbc aprirono al nuovo lanciando la loro trasmissione pop nel 1967 sul primo canale radio, Bbc Radio1, ingaggiando proprio Tony Blackburn come primo dj della storia inglese e europea.

Blackburn è stato “terminato”, secondo le sue stesse parole, per una decisione personale del direttore generale della Bbc, Tony Hall, che ha letto in anteprima il rapporto, non ancora pubblicato, di  una gran dama inglese, Janet Smith, che ha condotto una inchiesta sulle coperture interne alla Bbc di cui godette per decenni Jimmy Savile, la cui memoria come grande personaggio popolare della tv è in corso di demolizione per una serie di scandali di abusi.

Secondo Tony Blackburn, la decisione di liceniarlo è basata sulle accuse fatte dalla madre di Claire McAlpine, che accusò Tony Blackburn e altri personaggi famosi dell’epoca, di averla sedotta e abusata nel 1971, quando Claire aveva 15 anni.

Claire fece una apparizione come ballerina in una puntata della versione tv di Top of the Pops nel marzo del 1971 e poco dopo si uccise.

Nel diario di Claire McAlpine, Blackburn non è menzionato esplicitamente, ma secondo il rapporto d’accusa sarebbe identificabile con “A7″ uno dei personaggi contro cui la ragazza suicida punta il dito.

Tony Blackburn ha diffuso un comunicato in cui afferma:

“Due giorni prima del rapporto di Janet Smith, la Bbc mi ha informato che tutti i miei rapporti sono stati terminati con effetto immediato. Mi hanno detto che la decisione era stata presa personalmente dal Direttore Generale. Sono devstato, è abbastanza naturale”.

Stando al rapporto, Claire McAlpine cedette alle pressioni di  Tony Blackburn e poco dopo si uccise, nel marzo del 1971. La madre di Claire, Vera, aveva trovato già un mese prima il diario della figlia, presentando a febbraio un esposto alla Bbc che però lo insabbiò. Chiese di parlare con il presidente della Bbc, ma le dissero che era impossibile. Appena un mese dopo Claire si uccise con una overdose di tranquillanti.

Secondo il rapporto della Smith, i dirigenti della Bbc e la Polizia diedero poca importanza alle accuse, accettando il no di Tony Blackburn a prima vista e la sua affermazione che la ragazza viveva “in un mondo di fantasia”, senza approfondire le indagini.

Il rapporto dice anche che i registri delle telefonate sono stati distrutti, che nessuno provò a sentire la ragazza o la madre. Fu interrogato solo Tony Blackburn dai dirigenti della Bbc e da un legale esterno.

Immagine 1 di 5
  • Scandalo alla Bbc. Dj Tony Blackburn licenziato, abusò di.. 05
Immagine 1 di 5