Cronaca Europa

Gb, scandalo nella Marina: comandante e vice accusati di relazione a bordo

gb-marina

Il sottomarino nucleare Vigilant

LONDRA – Scandalo carnale a bordo del Vigilant, un sottomarino nucleare britannico e ora cinque ufficiali minacciano di dimettersi. Sarebbero coinvolti il comandante Stuart Armtrong, 41 anni e il vicecomandante che avrebbero avuto una relazione con due diverse donne, fatto vietato tra due addetti sulla stessa imbarcazione.

A segnalare il fatto agli alti ufficiali della base navale di Faslane, vicino Glasgow, è stato un componente dell’equipaggio.

Le accuse hanno scatenato la rabbia dei membri dell’equipaggio e cinque hanno minacciato di dimettersi una volta raggiunti gli Stati Uniti, ha riferito una fonte a The Times.

L’HMS Vigilant è uno dei quattro sottomarini nucleari Vanguard che in caso di guerra atomica, fornirebbero protezione al Regno Unito.

Il comandante è stato sollevato dall’incarico ed è sotto inchiesta; il vicecomandante è stato ugualmente sollevato dall’incarico e nel frattempo è stata avviata un’indagine su una presunta relazione sessuale con un’ufficiale.

“E’ un problema enorme, che può distruggere il cameratismo nel corpo ufficiali. Il codice di condotta è proprio per evitare episodi di questo tipo”. Nell’Esercito e nella Marina, infatti, c’è la regola del “no touch”, cioè il divieto di toccare le donne, per evitare denunce di molestie sessuali.

Risale solo a sei anni fa l’abrogazione delle disparità di genere, precedentemente le donne non potevano salire a bordo dei sottomarini come ufficiali.

To Top