Cronaca Europa

Scopre che la figlia è morta su Facebook: la polizia bussa alla porta troppo tardi

Scopre che la figlia è morta su Facebook: la polizia bussa alla porta troppo tardi

Scopre che la figlia è morta su Facebook: la polizia bussa alla porta troppo tardi

LONDRA – Ha scoperto che la figlia era morta in un incidente stradale da Facebook. Solo molte ore dopo la polizia è andata a bussare alla sua porta per darle la tragica notizia. E’ accaduto a Deborah Byrne, mamma inglese di 47 anni, residente a Northampton.

La donna si stava rilassando sul divano con il suo smartphone. E’ stato allora che nella sua home di Facebook ha iniziato a notare uno strano movimento sulla bacheca della sua amata figlia, Brogan Warren, di 21 anni. E’ andata a controllare sul suo profilo e non poteva credere ai suoi occhi: la bacheca era piena di messaggi di cordoglio. “È andata via troppo presto”, aveva scritto un amico. “Non posso credere alla notizia”, diceva un altro. All’inizio Deborah ha sperato che fosse tutto un gigantesco malinteso ma poi l’incubo si è fatto sempre più reale.

Al Mirror la mamma ha raccontato: “Un amico di Brogan mi ha scritto “Mi dispiace tanto” in un messaggio privato, così gli ho chiesto di che cosa diavolo stesse parlando”. “Mi ha detto che c’era stato un terribile incidente la sera prima e che lei era morta. In quel momento il mio cuore è andato in frantumi e ho cominciato a urlare”. “Non ho mai pensato che avrei scoperto la morte di mia figlia attraverso Facebook”, ha concluso la donna. Quando la polizia è andata ad avvertirla era ormai troppo tardi.

To Top