Blitz quotidiano
powered by aruba

Sigaretta elettronica esplode batteria, ferito e ustionato

ROMA – Sigaretta elettronica può esplodere? Solo le batterie, sembra, ma il danno è visibile in queste foto di mano e braccio bruciacchiati di Kyle Petty pubblicate su Facebook dal cognato Neal Wall, che vive a Fairburn in Ge (Usa) e nel video della trasmissione della Fox dedicato all’incidente. Kyle Petty, annuncia il giornalista in studio,

“è in ospedale con ustioni di terzo grado, dopo che la batteria della sua sigaretta elettronica è esplosa”.

La cronista sul posto, collegata in diretta spiega che è stata la batteria a esplodere non l’apparecchio, una batteria speciale fatta apposta per essere inserita nell’apparecchio. L’aveva usata centinaia di volte prima, improvvisamente è esplosa e ha preso fuoco”.

Ha confermato lo stesso Kyle Petty dal suo letto di ospedale, con braccio e mano tutti bendati:

“Era come un fuoco d’artificio. E la batteria era rimasta come appiccicata alla mia gamba”.

In casa c’era anche la moglie, che ha dato l’allarme, col timore che prendesse fuoco la casa.

Commentando le foto su Facebook, il cognato, Neal Wall, ha scritto:

“A tutti voi Vapori, sono appena corso a casa di mio cognato Kyle Petty. Il suo Vapor gli è scoppiato in tasca e qui si vede il seguito. Sono al reparto ustionati dell’ospedale con lui, in questo momento. Mi ha chiesto di postare queste foto così tutti possono essere consapevoli di quel che può capitare”.

Qualche ora dopo, Julie Petty Wall, rispettivamente sorella del ricoverato e moglie dell’autore del post, ha scritto su Facebook:

“Piccolo aggiornamento, sono state solo le batterie che gli sono esplose in tasca. Il dolore era terribile. Ha delle bruciature profonde”.