Blitz quotidiano
powered by aruba

Sigaretta elettronica si rompe, liquido in gola: finisce in ospedale con polmone perforato

LONDRA – Voleva smettere di fumare e aveva iniziato ad usare le sigarette elettroniche, ma una di queste si è rotta, il liquido gli è finito in gola e lui, 33 anni, si è ritrovato in ospedale con un buco nel polmone destro.

Ric Courtney voleva smettere di fumare ma ha rischiato la vita, ed ora si trova ricoverato in ospedale, all’East Surrey Hospital di Redhill, col polmone perforato.

Courtney, di Horley, nel Surrey, Regno Unito, ha raccontato al tabloid britannico The Mirror di aver speso 100 sterline per il dispositivo:

“Sono passato alla sigaretta elettronica per cercare di smettere di fumare dopo 16 anni di dipendenza dalla nicotina, ma non avrei mai immaginato che mi avrebbe mandato all’ospedale”.

Courtney stava tornando a casa a piedi dopo essere stato insieme ad alcuni amici. Stava fumando la sigaretta elettronica mentre camminava quando si è reso conto che c’era qualcosa di strano: ha sentito del liquido in gola e ha iniziato a tossire. Poi, il giorno dopo, ha avvertito un forte dolore al petto, come ha raccontato lui stesso:

“Non riuscivo a respirare bene, così sono andato in ospedale. Una infermiera ha collegato la sigaretta elettronica a un tubicino dell’ossigeno, mostrandomi che c’era del liquido che gocciolava fuori”.

Courtney ha scoperto così che il suo polmone stava lavorando solo al 25 per cento. Il giovane è rimasto sotto osservazione per l’intera notte ed è tornato in ospedale alcuni giorni dopo per una ricaduta. Nonostante quel che gli è successo, Courtney ha smesso le sigarette elettroniche ma è tornato a fumare quelle tradizionali.


PER SAPERNE DI PIU'