Cronaca Europa

Sindrome di Down, l’appello di una mamma ai medici: “Smettetela di dire rischio, è una probabilità”

Sindrome di Down, l'appello di una mamma ai medici: "Smettetela di dire rischio, è una probabilità"

Sindrome di Down, l’appello di una mamma ai medici: “Smettetela di dire rischio, è una probabilità”

LONDRA – Sarah Roberts, di Woking, Surrey, mamma di un bambino con la sindrome di Down ha sollecitato i medici a cambiare approccio con le donne che aspettano un bambino e che potrebbero avere un figlio con questo tipo di patologia. Smettere di parlare del “rischio” che un bambino possa nascere con la sindrome di Down e riferirsi invece alla “probabilità”, è ciò che chiede Sara a medici, infermieri ed econografisti, spiega il Daily Mail.

Sarah, mamma di Oscar, 5 anni, su Facebook ha scritto: “Nel dizionario la parola “rischio” è una “situazione che comporta l’esposizione al pericolo”, ma l’ultima volta che ho controllato, Oscar non ha esposto me o qualcun altro ad alcun  pericolo”.

Il suo post, condiviso 4 mila volte e ricevuto migliaia di “like”, in tutto il mondo ha raccolto il consenso di genitori e medici e in centinaia hanno promesso di cambiare approccio con le future mamme.

San raffaele

Un utente ha scritto: “Sono un medico e fino a oggi non ho mai pensato a questo. Da oggi userò la parola “probabilità”. Grazie”. Un altro ha sottolineato che i medici devono dare l’esempio: “Se sono insensibili con i pazienti cosa possiamo aspettarci quando tolgono il camice?”.

Sul sito dell’NHS (servizio sanitario nazionale) si legge che per i test di diagnosi precoce viene utilizzata la parola “probabilità” e non “rischio”.

To Top