Blitz quotidiano
powered by aruba

Soldatessa inglese a seno scoperto. Ma arresto fu sbagliato: causa vinta

LONDRA – Rachel Webster, 48enne inglese, ha vinto una causa da 6.000 euro dopo essere stata erroneamente arrestata. La donna ha servito nell’esercito inglese per 24 anni, combattendo in Iraq e in Albania e ricevendo grandi lodi anche da Tony Blair, che all’epoca la ringraziò per l’impegno nei confronti del paese.

La Webster venne arrestata e interrogata dalla polizia militare, che stava investigando circa alcuni assalti a civili, presumibilmente da parte delle truppe inglesi.

Alla donna venne inizialmente richiesto di testimoniare su un ex collega, ma di fronte al rifiuto venne arrestata qualche mese dopo per cattiva condotta. Dopo essere stata trattenuta per ore, senza la possibilità di andare in bagno, durante una colluttazione avvenuta con gli ufficiali che tentavano di portarla via dalla sua abitazione, la Webster rimase a seno scoperto.

Il Ministero della Difesa inglese ha perciò ora deciso di compensarla di 6.000 euro, dal momento che la Webster è rimasta molto provata dall’accaduto. “Mi sono sentita rapita dallo Stato, quello stesso Stato che ho servito per 24 anni con tanta devozione”, ha commentato la donna.