Blitz quotidiano
powered by aruba

Sottomarino scomparso nella prima guerra mondiale. Ora lo scheletro intatto rivela…

AMSTERDAM – Per 100 anni ha custodito il segreto, giacendo quasi dimenticato sul fondale marino. Scomparso nel 1916, fu il primo sottomarino britannico a sparare un razzo durante la Prima Guerra Mondiale e ora i discendenti dei 29 uomini dell’equipaggio scomparsi, potranno finalmente conoscere quale fu il tragico destino dei loro antenati.

Al largo dell’ Olanda, più precisamente a Schiermonnikoog, alcuni subacquei hanno trovato lo scheletro straordinariamente intatto dell’ HMS e5, costruito a Barrow-in-Furness nel 1913. Il luogo dove giacevano i resti era un mistero, fino a quando gli archeologi marittimi, chiedendo prima un permesso speciale per fermare il traffico marittimo nella zona, sono riusciti ad individuare il relitto, vicino al confine tedesco. Incrostato di patelle e cirripedi, i portelli aperti indicano il vano tentativo di fuga fatto dall’equipaggio. La torre di comando, che un tempo portava il numero identificativo, si trovava a qualche metro di distanza ma non aveva segni di danneggiamento, così come lo scafo, il che indica che non venne affondato a seguito di un’azione nemica, scrive il MailOnline.

Remy Luttik, che ha guidato il team di immersione, ha commentato: “Finalmente è emerso un pezzo del puzzle della storia marittima del Mare del Nord. La scoperta potrà finalmente dare un po’ di conforto ai parenti che cercavano i loro cari scomparsi”.

“Non posso credere che, dopo un secolo, la mia famiglia sia finalmente in grado di chiudere questo capitolo, finora era un mistero oltre che una fonte di tristezza”, ha detto il pronipote di uno dei marinai scomparsi nella tragedia.


TAG: ,