Blitz quotidiano
powered by aruba

Spagna, cartello shock dal parrucchiere: “Vietato ingresso a donne e bambini”

ROMA – In una “barberia” spagnola, un negozio di parrucchiere, è vietato l’ingresso a donne e bambini. E’ quello che si legge in un esercizio a Palma de Maiorca. Il motivo? Lo spiega il proprietario, un olandese da tempo residente nella località, come scrive il Messaggero:

“E’ consentito l’ingresso ai cani ma non alle donne e ai bambini”: è la stravagante scritta che campeggia all’entrata di un negozio da parrucchiere di Palma di Maiorca, da qualche ora la barberìa più famigerata di tutte le Baleari e dell’intera Spagna. Il cartello, sistemato a suo rischio e pericolo dall’imprudente e impudente coiffeur, ha infatti suscitato le proteste di tanti, con in testa il locale Istituto della donna, che ha chiesto, chiamando in causa persino il Governo regionale e il Comune di Palma, l’immediata rimozione dell’avviso. Una richiesta prontamente respinta dal titolare della bottega, tal Bib Van den Hoek, un olandese trapianto da dieci anni nell’arcipelago iberico, che, intervistato dal quotidiano El Mundo, si è difeso in questo modo. “Non ho nulla contro donne e bambini, cerco solo di tutelare un’atmosfera gradita a me e ai miei clienti”, i quali, a detta dell’uomo, “marcati stretti” dalle esponenti del gentil , non potrebbero “chiacchierare liberamente” ascoltando del buon jazz. “Del resto anche le donne – ha aggiunto poi il parrucchiere – hanno i loro spazi riservati come le saune per signore e io non ho nulla in contrario”.

L’uomo ha detto di essere pronto a resistere almeno fino a che non gli dovesse arrivare una multa salata. Solo in quel caso si vedrebbe costretto a far entrare donne e bebè nel suo negozio.

 


TAG: