Blitz quotidiano
powered by aruba

Spagna, giostra da brividi: freni si rompono, discesa a tutta velocità

MADRID – Una discesa verticale a tutta velocità: si è conclusa con 12 feriti e tanto spavento la corsa incontrollata di una giostra di Benalmadena, in Spagna. La dinamica dell’incidente la racconta il Messaggero:

Dodici persone sono rimaste ferite dopo un giro su una giostra verticale in seguito a un cedimento ai freni. La giostra, progettata per una discesa controllata ad alta velocità è precipitata al suolo nel Tivoli Park di Benalmadena, nella Spagna meridionale. Testimoni hanno detto che la giostra stava precipitando a terra in modo molto più veloce del solito prima di arrivare ad una brusca battuta d’arresto a metà strada. Il personale è riuscito a raggiungere le persone a bordo e a liberarle. Per fortuna, nessuno è rimasto gravemente ferito: la maggior parte delle persone hanno risentito di un colpo di frusta e attacchi di ansia. Quattro persone sono state portate nei centri sanitari vicini per ulteriori controlli.

A Ferragosto un ragazzino di 15 anni, Samuele Piro, è morto dopo aver battuto violentemente il torace al passamano di una giostra, il Tagadà, che si trova in un’area allestita provvisoriamente a luna park in occasione della festa della Madonna della Lizza ad Alezio, in Salento. Il giovane, che avrebbe perso l’equilibrio mentre era sulla giostra, è deceduto nell’ospedale Vito Fazi di Lecce dove è stato condotto subito dopo l’incidente. L’attrazione, di proprietà di un giostraio di Gallipoli, è stata sequestrata su disposizione del pm di turno del Tribunale di Lecce, Emilio Arnesano. Il Tagadà è una giostra meccanica a forma di disco sul cui perimetro sono disposti una serie di divanetti che guardano verso il centro della stessa attrazione.


TAG: ,