Blitz quotidiano
powered by aruba

Svezia: al call center per turisti risponde svedese a caso

STOCCOLMA – “Pronto, Svezia?”: si potrebbe chiamare così lo Swedish number”, un call center istituito dalla Svezia per rispondere a domande e curiosità degli stranieri, soprattutto turisti. E a rispondere sono proprio cittadini svedesi scelti a caso tra quelli che hanno dato la disponibilità tramite una app. E’ la curiosa iniziativa appena partita. Due giornalisti di Repubblica hanno chiamato il numero, ecco il loro racconto:

Quando abbiamo provato il servizio, ci ha risposto Andreas, 26 anni insegnante di Malmö. “Ho già ricevuto cinque telefonate da quando mi sono iscritto – afferma il ragazzo – chiamate provenienti dall’Inghilterra, dall’Olanda e dagli Stati Uniti. Ora si è aggiunta l’Italia. Partecipo perché mi piace parlare e conoscere nuove persone. Tutte le nazioni dovrebbero avere un numero di telefono così”. Chiamare la Svezia dall’estero ha evidentemente un costo, ma a quanto pare l’esperimento è irresistibile. “La chiamata più strana che ho ricevuto? – dice Andreas – quella di un uomo che non poteva credere che qualcuno avrebbe risposto sul serio, e che per tutto il tempo non ha fatto altro che ridere”.Diversa l’esperienza di Sara 40 anni, di Kristianstad, è la responsabile di alcuni gruppi di giovani rifugiati. “Lavorando con i rifugiati, gran parte del mio lavoro è dare informazioni sulla società svedese. Ho pensato quindi che fosse una buona idea aderire all’iniziativa”. Sara ha ricevuto sette chiamate nella prima giornata di servizio, dagli Stati Uniti e dall’Italia, e dichiara di sentirsi molto onorata di essere un’ambasciatrice della Svezia. “Nessuno ha domande specifiche da fare ma tutti sono curiosi di sapere chi troveranno dall’altro lato del telefono”. Poi, si lancia in una lunga e dettagliata descrizione della sua città, delle ricchezze architettoniche, paesaggistiche e culinarie, prima di salutare con un cortese “arriverderci”.

Se anche voi volete chiamare, il numero è questo: 0046 771 793 336


TAG: